Un festival green

RisorgiMarche nasce nel 2017 come Festival solidale, inclusivo ed ecosostenibile. Concerti pomeridiani che si svolgono sui prati montani e nei borghi dei territori colpiti dal sisma, in luoghi sicuri ed accessibili, raggiungibili dal pubblico attraverso un percorso di qualche chilometro, adatto a tutte le età, da coprire esclusivamente a piedi o in bicicletta.

Grandi artisti del panorama italiano e internazionale si esibiscono in contesti paesaggistici spettacolari – senza palco né luci artificiali – richiamando migliaia di persone che si mettono in cammino per vivere una giornata all’insegna della lentezza, immersi nella bellezza della natura, al fine di sostenere moralmente e concretamente chi è impegnato nello sforzo di ripartire.

Concerto dopo concerto, ha preso vita un movimento – che ci piace definire “popolo di RisorgiMarche” – che ha compreso e condiviso pienamente gli obiettivi della manifestazione, a partire dal grande rispetto per i luoghi che ospitano il Festival. Lasciando i mezzi a motore in aree dedicate, si intraprende un percorso di alcuni chilometri per giungere all’area del concerto, al termine del quale i luoghi vengono lasciati perfettamente puliti grazie alla sensibilità del pubblico ed alle buone pratiche.

Il festival è un esempio di evento a basso impatto ambientale e plastic free, un modello che guarda al futuro del pianeta attraverso l’adozione di nuovi criteri che rendono la manifestazione sostenibile sotto tutti gli aspetti.

La scelta dei luoghi è imprescindibile dalla tutela della biodiversità, laddove si tratti di aree delicate o protette vengono prodotte le necessarie valutazioni di incidenza ambientale (VINCA) per ottenere le conseguenti autorizzazioni dagli organi di tutela e controllo del territorio.
I concerti si svolgono di pomeriggio, non vengono montate strutture impattanti, torri layer e transenne, né luci artificiali.

La pressione sonora degli impianti audio è controllata e ridotta al minimo.

Per il catering di artisti e staff vengono utilizzati prodotti del territorio a KM 0 serviti esclusivamente con materiali compostabili. Tutte le attività collaterali (Isole del Gusto, DopoFestival, etc.) sono declinate con lo stesso protocollo e tutti i produttori locali coinvolti sono tenuti al rispetto delle direttive green.

Per la gestione dei rifiuti vengono installati contenitori per la raccolta differenziata.

Per i trasporti il personale utilizza veicoli elettrici e il pubblico viene invitato al car sharing. Per le persone con disabilità motoria vengono organizzati dei trasporti dedicati.

La promozione di Risorgimarche avviene esclusivamente in forma digitale, non vengono stampati manifesti, depliant o altro materiale cartaceo; è vietata ogni forma di volantinaggio da parte di terzi durante gli eventi. Le ultime conferenze stampa sono state organizzate on line.

Tutti i prodotti del merchandising sono controllati e di provenienza certificata.

Per gli eventi con ingresso a pagamento è incentivato l’acquisto del biglietto digitale.

Gli stessi partner di RisorgiMarche sono aziende che condividono col festival la finalità della sostenibilità ambientale.

L’approccio solidale ed ecosostenibile è stato oggetto di numerosi encomi e riconoscimenti tra i quali:

  • Premio CulturaInVerde – in collaborazione con il progetto europeo GreenFESTper la realizzazione di un evento solidale che ha saputo coniugare sostenibilità ambientale e sociale con la valorizzazione e il rilancio del territorio.
  • Premio Animaper un Festival di solidarietà e un importante progetto sociale che ha saputo tenere accesi i riflettori sulle zone interessate dal sisma, sostenendone la ripresa e supportando il lavoro quotidiano delle popolazioni residenti e delle realtà imprenditoriali e associative del territorio.
  • Premio Nazionale Bandiera Verde: per un’iniziativa determinante per tenere accesi i riflettori sui territori del cratere colpiti dagli eventi sismici del 2016 e favorire il processo di rinascita delle comunità coinvolte.
  • Premio BITAC 2019: per il progetto con il maggior impatto territoriale
 
RisorgiMarche aderisce ai più importanti movimenti ed iniziative Green a livello europeo e nazionale tra cui Take the green Train di Europe Jazz Network e Jazz Takes The Green sorta grazie alla sinergia tra Green Fest, Fondazione Ecosistemi e I-Jazz. Fra i criteri ambientali “di base” figurano: riduzione del consumo di risorse naturali; mobilità sostenibile; consumi energetici; gestione rifiuti; eliminazione dell’uso della plastica; utilizzo di allestimenti scenici creati con materiali ecocompatibili; la scelta dei luoghi in cui si svolgono i festival. Compito degli aderenti sarà anche quello di rendicontare gli impatti ambientali e sociali dei festival. E per dare ancora più respiro ai nostri propositi, a Maggio 2021 abbiamo costituito la rete italiana dei festival in montagna insieme ad altre sette importanti realtà di altrettante regioni italiane con la finalità di sviluppare ulteriormente i temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale, del turismo lento e della mobilità dolce.